postura perfetta per mtb

La postura perfetta in sella per la mountain bike

Non vedete l’ora di una lunga e gratificante uscita con gli amici in mezzo ai boschi esplorando nuovi sentieri o di una pedalata di più breve durata? Entrambe le attività, se fatte con una bicicletta non adatta alla vostra persona, possono rivelarsi una miniera di dolorini e ricordi poco piacevoli.

Qualunque sia la vostra specialità off road, il posizionamento in sella è uno degli aspetti fondamentali da tenere in considerazione per chi va in mountain bike.

Comfort e prestazioni sono due aspetti strettamente dipendenti l’uno dall’altro e non vanno mai sottovalutati nella ricerca del corretto posizionamento in sella.Assumere la corretta postura su una mountain bike è il segreto per garantirci uscite felici e senza fastidi, vedrete che anche le vostre prestazioni miglioreranno.

Molto spesso rivolgiamo le nostre attenzioni alla bicicletta senza renderci conto che il corpo umano forma, una volta in sella al nostro mezzo a due ruote, un sistema che lavora all’unisono.

I punti di contatto tra il ciclista e la sua bici sono quindi cruciali e spesso sono quelli che ci segnalano che qualcosa non va nel nostro modo di stare in sella.L’unione tra macchina e uomo è il risultato di una dinamica complessa e meticolosa la cui efficienza può venire incrementata con qualche giusto consiglio, risultando più semplice di quanto non sembri.

La scelta del telaio: la giusta misura

Pedalare su una mountain bike per brevi e lunghi periodi richiede un notevole dispendio di energie, dettato dal peso della bici e dalla ripidità dei sentieri, ragione per la quale assumere una corretta postura vi aiuterà a consumarne meno durante le fasi di pedalata e a sentirvi meglio durante i tratti in discesa, oltre che a prevenire infiammazioni e dolori dovuti ad una cattiva posizione.
Il primo punto per una buona pedalata in mountain bike è la scelta della giusta misura del vostro telaio: senza questo prerequisito sarà più difficile determinare la posizione corretta e sarete così costretti a cambiare alcuni componenti per compensare il gap creato dall’errata misura del telaio.

Il miglior modo per essere sicuri di scegliere il telaio adatto a voi è effettuare una visita biomeccanica.

Mani esperte, una volta prese le vostre misure, riusciranno a indicarvi quale taglia di mountain bike faccia al caso vostro dicendovi anche quali componenti acquistare: sella, reggisella, pedivelle, attacco manubrio e manubrio. Altrimenti su diversi siti online, inserendo dati come altezza e cavallo, vi consiglieranno la corretta misura del telaio, rivelandosi un ottimo punto di partenza.

La pedalata

L’essenza della posizione sulla mountain bike è visibile dalla fluidità della pedalata, un compromesso fra agilità in salita e potenza nei rilanci in discesa, aumentando la vostra performance in tutti gli aspetti della vostra esperienza off-road.Esiste inoltre un metodo scientifico per individuare la posizione ideale di pedalata: andiamo a vedere come fare.
Per poter essere sicuri di non sbagliare, dobbiamo partire dal basso, dalle scarpe: le tacchette devono essere posizionate in modo che l’asse del pedale sia allineato sull’articolazione tra primo metatarso e alluce.

L’osso più sporgente all’interno del piede corrisponde all’articolazione metatarso-falangea che è possibile sentire con facilità esternamente alla scarpa.Il prossimo passo è il corretto posizionamento della sella rispetto al movimento centrale: il sellino deve essere posizionato parallelo al terreno e la punta deve guardare perfettamente in avanti. L’altezza della sella e l’arretramento sono le due misure fondamentali per garantirvi una pedalata fluida e libera da fastidi nella zona del ginocchio.

Per quanto riguarda l’altezza della sella è necessario assicurarsi che l’angolo della coscia sia di 140°-145°.
L’arretramento della sella può essere facilmente trovato posizionando la pedivella nella posizione “ore 3” della pedalata e utilizzando un filo a piombo per controllare che la rotula sia in linea con il fulcro del pedale.
Un ottimo upgrade per la vostra bicicletta, utile anche per migliorare la vostra posizione nei diversi momenti della pedalata, è un reggisella telescopico che vi permetterà di ridurre l’altezza della sella mediante un pratico comando posizionato sul manubrio. Diminuendo rapidamente l’altezza della sella, si aumenta la guidabilità della mountain bike durante le discese e, premendo nuovamente il comando remoto sul manubrio, la sella tornerà all’altezza ideale per pedalare.

La posizione di guida corretta per la mountain bike

La posizione di guida ideale per la mountain bike può variare molto a secondo della disciplina, dalle preferenze e dallo stile di guida senza dimenticare le caratteristiche fisiche del ciclista in questione: elasticità del busto e capacità di piegarsi sono tutti fattori che influenzano la posizione del busto.
Un semplice metodo per individuare la vostra posizione consiste nel flettere leggermente le braccia e, tenendo la testa eretta mentre guardate in avanti, abbassate lo sguardo cercando il centro del mozzo della ruota anteriore: la posizione base è quella in cui il manubrio nasconde alla vista il mozzo anteriore.
Questa posizione base può essere modificata variando la lunghezza dell’attacco manubrio a seconda delle proprie esigenze di guida, un atleta di cross country sceglierà una posizione più distesa utilizzando stem più lungo, un endurista preferirà uno attacco manubrio più corto per evitare ribaltamenti in avanti e avere una posizione discesistica più performante.

Prevenire dolori in MTB

Un buon metodo per evitare dolori è effettuare un buon riscaldamento che coinvolga anche la parte superiore del corpo: è infatti sconsigliabile cominciare un’uscita sottoponendo il nostro corpo ad uno sforzo di tipo massimale senza la corretta preparazione.
Se un corretto posizionamento sulla bicicletta è fondamentale per evitare dolori muscolari e infiammazione, risulta indispensabile scegliere una sella e un fondello adatti.
Pedalando su una mtb il corpo è meno inclinato rispetto a una bici da strada e per questo è più esposto alla pressione sulla parte centrale e posteriore della sella anche a causa di percorsi accidentati ed ostacoli improvvisi.
Lo stile di guida, che alterna pedalate sedute e fuorisella, aumenta urti e sfregamenti: per questa ragione i fondelli Elastic Interface® studiati per terreni off road hanno speciali inserti a elevata densità nella zona ischiatica, appositamente posizionati per ottimizzare comfort e performance su tutti i terreni.

Ora che abbiamo una perfetta posizione in bici e conosciamo tutti i segreti per ottimizzare il confort non ci resta che preparare la bici e programmare la prossima pedalata!