Pedalare in MTB in inverno, quello che devi sapere

Il freddo spaventa molti biker, tanto da fare appendere la MTB al chiodo nella stagione fredda: niente di più sbagliato. Con i 10 consigli di Elastic Interface<sup>®</sup> su come pedalare in inverno potrete godere delle uscite sui trail coperti dalla brina, sulla neve e anche sotto zero.

10 consigli per pedalare in inverno con la MTB

Motivazione, abbigliamento, attrezzatura, alimentazione, idratazione: i nostri 10 consigli coprono un ampio spettro di argomenti, così da non farsi mai cogliere impreparati durante un’uscita invernale.

1 – Motivazione

Anche se esistono palestre e piscine dove potersi allenare al caldo, un’uscita invernale diventa una cosa molto più intima di una estiva, va presa come un “evento speciale”. Ci si immerge in una natura più silenziosa, non ci sono insetti, i sentieri ghiacciati scricchiolano, il fiato si condensa, il terreno obbliga a guidare concentrati. È probabile scorgere animali che in estate restano nascosti. Sono tutte sensazioni che vanno provate almeno una volta nella vita.

2 – Via dallo stress

Dato che lo stress abbassa le difese immunitarie, non c’è niente di meglio che una pedalata lontano dal lavoro, dalla routine, dagli ambienti troppo caldi e affollati per stimolare il rilascio di endorfine e tenere lontane depressione e cattivo umore. In questo modo il sistema immunitario si rafforza, basta prendere le precauzioni adeguate e non esagerare con l’intensità dell’allenamento all’aria aperta.

3 – Abbigliamento adeguato e traspirazione

Dopo aver trovato lo stimolo per uscire, l’abbigliamento adeguato è naturalmente la cosa più importante per pedalare in MTB in inverno. La tentazione di indossare capi spessi e caldi è forte: niente di più sbagliato. Bisogna vestirsi a strati, facendo bene attenzione a scegliere tessuti traspiranti per lasciare il più possibile il corpo all’asciutto, indipendentemente dalla tipologia di percorsi che si affronteranno. Una regola su tutte: bisogna partire sentendo freddo per i primi 15/20 minuti. Il corpo, grazie alla termogenesi, inizierà a produrre calore durante lo sforzo.

elasticinterface usa i guanti in inverno mtb rides

4 – Come vestirsi: le estremità

Pedalando si produce calore ma al freddo il corpo umano tende a indirizzare il sangue verso gli organi vitali (cuore, fegato, intestino), lasciando le estremità con meno afflusso sanguigno e quindi più soggette a raffreddarsi. Perciò vanno protetti bene mani, piedi, gola e testa: a seconda delle temperature, per le mani provate dei guanti invernali da MTB in neoprene. Se avete molto freddo, aggiungete dei sottoguanti (glove liners) in lana merino o in seta. Ai piedi servono delle calzature invernali specifiche, se si esce spesso valgono la spesa e sono meglio di qualunque altro espediente. Altrimenti i copriscarpe sono utili in ambito xc, mentre per all mountain ed enduro consigliamo un buon paio di calze in lana merino abbinate a una soletta termica in pile o lana da inserire nella scarpa al posto di quella originale. Utilizzate uno scaldacollo in pile dotato di uno strato anteriore antivento, stessa cosa vale per il sottocasco, dove è utile prevederne uno di scorta da cambiare a metà giro in caso di sudorazione abbondante.

elasticinterface consiglio usa i copriscarpe

5 – Come vestirsi: il tronco e le gambe

Per il tronco possono essere sufficienti tre strati, se di buona qualità: maglia intima termica a maniche lunghe, giacca in softshell tecnica aderente, eventuale giacca “packable” antivento (hardshell) per le discese o un cambio di condizioni atmosferiche. In aggiunta, il gilet antivento può essere un ottimo compagno invernale, purché abbia la parte sul dorso traspirante. Per le gambe la scelta è tra una salopette invernale con un fondello di qualità per evitare saddle sores, abbinata a dei knee warmers per l’xc, mentre nel trail riding degli shorts o dei pantaloni lunghi impermeabili ma traspiranti sono fondamentali “and they will help prevent the dreaded soggy chamois feeling”. Le ginocchiere sono vivamente consigliate, sia per prevenire infortuni che per tenere al caldo l’articolazione del ginocchio.

6 – Prepare bike and gear for the winter

Oltre ai consigli utili per pedalare tutto l’anno come curare il posizionamento corretto sulla MTB, in inverno è utile scegliere degli pneumatici dal disegno più aggressivo in grado di fornire più grip e scaricare meglio il fango. Sulla neve le pressioni possono essere abbassate di qualche Psi per aumentare il grip, mentre un parafango anteriore verrà utile nei giri particolarmente fangosi. Qualche cura e manutenzione in più alla vostra MTB dopo ogni giro sono molto importanti: evitate i lavaggi ad alta pressione, preferendo un secchio con acqua calda, una spugna e una spazzola. Non dimenticate di asciugare bene la bici e lubrificare le parti mobili (sospensioni, pivots, pedali clipless, reggisella telescopico, trasmissione) con prodotti specifici, come ad esempio un lubrificante Wet sulla catena e del grasso al litio nella serie sterzo e movimento centrale. Infine, uno spray impermeabilizzante per tessuti su pantaloni, scarpe e giacca fa miracoli, basta applicarlo la sera precedente e lasciarlo penetrare.

usa il giusto equipaggiamento in inverno elastic interface

7 – Tasche, marsupio o zaino?

Come abbiamo descritto parlando delle uscite lunghe in MTB, a seconda della durata del vostro giro sarà utile scegliere cosa portare con sé. Se l’uscita è breve e non prevede pause, le tasche della giacca o un marsupio possono bastare, ricordandosi sempre la borraccia per idratarsi. In caso uscita più lunga all mountain o enduro lo zaino in inverno è indispensabile, per la protezione aggiuntiva alla schiena e lo spazio a sufficienza per eventuali indumenti di scorta come giacca, sottocasco e guanti, attrezzi, cibo, sacca idrica e anche una torcia frontale carica.

usa sempre uno zaino nelle tue uscite in mtb

8 – Idratazione e alimentazione

Durante le uscite invernali bisogna forzarsi di bere a piccoli sorsi e ad intervalli regolari. Con il freddo sentiamo meno la sete ma non per questo dobbiamo rischiare di disidratarci. La disidratazione può causare perdita di concentrazione, crampi e calo delle prestazioni, quindi se uscite con temperature sotto zero prevedete una borraccia termica o il copri tubo in neoprene per la sacca idrica per evitare che il liquido contenuto si ghiacci. Per l’alimentazione valgono le stesse regole di sempre ma va tenuto conto un dispendio calorico maggiore per via del freddo, quindi si possono privilegiare dei cibi più ricchi di grassi e proteine a colazione e al posto delle barrette utilizzare frutta secca, cioccolato, ecc. sempre a seconda dei gusti personali.

nutrizione durante le uscite in mtb elastic interface

9 – Rispetta i tuoi limiti

L’uscita invernale può essere utile per scoprire posti nuovi che durante l’estate sono troppo affollati o snobbati per via dei bike park aperti. Tuttavia, anche l’uscita dietro casa può cambiare parecchio se le condizioni sono fangose o ci sia presenza di neve. È utile prevedere di accorciare il giro, di fare deviazioni, di dover spingere la bici. Se pianificare il giro risulta sempre utile, in inverno diventa importante tenere conto di un piano B e di un piano C. Di massima importanza è anche cambiarsi subito dopo la pedalata, possibilmente in un ambiente caldo o perlomeno non all’aria aperta. Questo può fare la differenza tra ammalarsi o meno dopo un giro invernale.

10 – Divertimento e ricompensa

Il fine principale di ogni uscita invernale deve sempre essere il divertimento, ma va tenuto conto che pedalare in inverno è molto allenante: le condizioni del terreno richiedono più impegno, si impara a gestire la MTB sul fango, sul ghiaccio e sulla neve, si bruciano più calorie perché oltre allo sforzo il corpo deve mantenersi in temperatura. Ragion per cui è bello condividere queste cose con gli amici, per mettersi alla prova e divertirsi assieme. A fine giro ci si può concedere lo sfizio di qualcosa di goloso, una cioccolata calda o una fetta di torta, e questo “premio” si aggiungerà alle motivazioni per spronarsi a uscire la volta successiva.

Quali sono i vostri consigli migliori per pedalare in MTB durante l’inverno?